Libro: Il fiore dell’Amaranto di Titti Gemmellaro

Il fiore dell’Amaranto è la storia di una donna, Lidia, e del suo desiderio di famiglia mai completamente realizzato. In Lidia convivono la figura della madre premurosa e quella della moglie incompresa, che lotterà fino in fondo in nome dei suoi ideali. La vicenda si concluderà in modo inaspettato, e introdurrà un percorso di crescita personale che sfocerà in una nuova consapevolezza. Solo guardando il dolore in faccia, Lidia comprenderà il suo passato e darà un significato al suo percorso. Il messaggio dell’autrice è che la verità si raggiunge solo spogliandosi di tutti i sentimenti “illusori”. Solo dopo averli sviscerati e compresi nella loro interezza, ciascuno di noi può ritrovare la propria autenticità.

fiore-dell-amaranto

Il tempo – anzi esattamente i tempi-. Qualcosa di vivo che nasce, cresce, decade e rinasce in una successione che ritorna. Un tempo finisce; un altro ritorna.

Il fiore dell’amaranto, simbolo dell’immortalità nella cultura occidentale, è l’unico che “non appassisce” nel significato del termine greco “amarantos”. Plinio il Vecchio ne parla come di una pianta in grado di rigenerarsi se messa in acqua anche dopo molto tempo che è stata fatta essiccare. La capacità di non appassire nonostante le condizioni climatiche avverse e le sofferenze della pianta sono le caratteristiche che le fanno assumere il significato di simbolo dei rapporti duraturi, che non vengono scalfiti dalle difficoltà e dal trascorrere del tempo. Nella civiltà greca l’amaranto ha però un altro importante significato: l’immortalità del fiore viene attribuita anche all’anima e l’amaranto è utilizzato come simbolo di buon auspicio per la vita dopo la morte.

Continua a leggere Libro: Il fiore dell’Amaranto di Titti Gemmellaro